FUORI DAL REGNO DEL MALE

Fioritura

«Beato quel popolo che non ha bisogno di eroi!», diceva Bertold Brecht. Oggi, invece, è proprio di eroi che abbiamo bisogno! Perché il futuro del nostro mondo, il Paradiso Terrestre che ci è stato donato come dimora unica e amatissima per la vita terrena, e il destino del genere umano, sono messi in grave pericolo dell’avanzare del Male. E occorrono eroi pronti alla lotta e al sacrificio per tentare di salvare i semi della nostra rinascita. E ricordarci perché siamo nati.

Anna Caterina Emmerich co­sí riporta in una delle sue visioni profetiche: «In paradiso, si trovano i piú meravigliosi giardini pieni di frutta per un pasto divino, qui odiosi deserti e paludi pieni di sofferenze e pene e tutto quello che di piú orrendo si possa immaginare. All’amore, alla contemplazione, alla gioia e alla beatitudine, ai templi, agli altari, ai castelli, ai torrenti, ai fiumi, ai laghi, ai campi meravigliosi e alla comunità beata e armonica dei Puri, si sostituisce nell’inferno …il dilaniante, eterno disaccordo dei dannati. Tutti gli errori umani e le bugie, erano concentrate in questo stesso luogo e apparivano in innumerevoli rappresentazioni di dolori e castighi. Niente era giusto, non esisteva alcun pensiero tranquillizzante, come quello della giustizia divina. Vidi delle colonne di un tempio tenebroso e orribile…». In tale descrizione, il luogo infernale, contrapposto a quello edenico, tanto somiglia alle moderne metropoli piú che al Regno degli Inferi di biblica memoria. È il Regno del Male, una rete onnipervasiva di centri di potere dove si pianifica l’asservimento di ogni uomo e di ogni creatura vivente ad una Forza che trama nell’ombra, per privare tutti noi di ogni risorsa e del bene piú prezioso, la nostra Libertà.

La vita frenetica e i ritmi innaturali, segnano crudelmente le giornate di adulti e bambini. Mille impegni e obblighi assurdi privi di motivazioni reali, ci impediscono di guardare gli alberi, i fiori, il cielo e di ascoltare il canto degli uccelli. La malattia che chiamano vita moderna, ci invade mente e anima, e cosí ignoriamo i messaggi di amoroso e preoccupato richiamo che Madre Natura ci invia continuamente, tramite i suoi ambasciatori animali e vegetali.

Quando ci viene voglia di allontanarci dal caos cittadino almeno per un giorno, o per il fine settimana, le previsioni meteo (che quasi sempre si riveleranno poi inattendibili), ci scoraggiano e ci fanno deviare verso centro commerciali e multisala, dove entriamo senza poter vedere il sole per un giorno intero. Ma già, per questo ci sono centri estetici con lampade abbronzanti, erboristerie, negozi scintillanti con merci ecosostenibili, eque e solidali! Il sole e la natura cui la nostra anima e il nostro Spirito anelano tanto, ci vengono elargiti, a caro prezzo, come gli integratori a base di vitamine e minerali, a compensare le scarse proprietà nutrizionali degli alimenti che ci vengono dati da mangiare, anche nelle mense scolastiche e negli ospedali, dalla frutta colta acerba mesi prima di essere consumata agli ortaggi coltivati in serre asettiche, su piante tenute anch’esse lontane dalla vera natura e dal vero sole.

Gli ortaggi biologici vengono coltivati con il concime prodotto con il sangue e le viscere che vengono raschiati via dal pavimento dei macelli, il sangue di bue, pieno di antibiotici e farmaci che tengono in vita i poveri animali negli allevamenti, anche in quelli “bio”, e nelle graziose “Fattorie didattiche”.

L’aria che respiriamo è già una malattia, la vera salute non sappiamo nemmeno piú che sapore abbia. Noi siamo nati per essere liberi, pieni di interessi e di desiderio di conoscere, apprendere, godere appieno di ciò che la natura ci offre. I nostri bambini hanno il diritto di correre a piedi nudi sull’erba, di sguazzare nelle acque limpide dei torrenti, acqua vive da bere!

Il vero eroismo oggi è abbandonare gli orpelli e gli inganni della civiltà dei consumi, le prigioni di cemento e di asfalto, dove odio e cupidigia, altamente contagiosi, regnano sovrani. Riappropriarsi del proprio destino, offrire alle persone amate serenità, salute e libertà, negli unici luoghi in cui l’umanità può avere un futuro, quei pochi che si sono salvati dalla voracità del sistema globale.

La civiltà dell’orto, quella del ritorno alla terra, al rispetto per i ritmi e per i delicati equilibri della natura, è l’unica che ci possa salvare. Il coraggio di fondare una nuova civiltà rivoluzionaria, che rovesci completamente i meccanismi diabolici che ci tengono imprigionati e ci controllano in modo onnipervasivo, richiede uno sforzo titanico, una donazione di sé fino al sacrificio, e alla rinuncia alle tante lusinghe e tentazioni che ci vengono offerte.

Chi resisterà, verrà attaccato in molti modi, ma la strada sarà quella giusta, e saremo aiutati. Scegliere la Via piú difficile, con la giusta motivazione, è naturale e soddisfacente. Essere i nuovi eroi, i pionieri di una nuova civiltà che riporti il paradiso in terra, è il privilegio possibile, che ogni figlio della Madre può ambire ad ottenere!

Come scrive Gian Carlo Cappello nel suo libro La civiltà dell’Orto: «Il cambiamento verso una sana morale naturale può iniziare solo sostituendo all’agroindustria una modalità di produzione di cibo non in contrasto con l’ecosistema, di cui facciamo semplicemente parte» (L’archetipo – La civiltà dell’orto/).

E come afferma Manuel Lezaeta Acharan, in La medicina naturale alla portata di tutti riguardo a un’esistenza sana secondo le leggi naturali: «Per arrivare alla gloriosa meta della salute, è necessario conoscere le leggi della natura. …La sapienza esiste solo nella natura, e non nel laboratorio farmaceutico!».

«Il vero amore di sé non è amore di sé, ma amore del mondo: amore dell’altro. Dell’altro senza il cui darsi non vi sarebbe chi amare» dal libro Dell’Amore Immortale di Massimo Scaligero.

 

Shanti Di Lieto Uchiyama


Chiamaci, il Futuro di tutti noi dipende dalle nostre scelte, dalla fedeltà alla Voce del nostro Cuore di figli della Madre Terra!

0765 98 273

333 52 14 534

342 71 86 368

               info@riserva-aurea.it


Dal Blog

AUTUNNO DORATO E VERMIGLIO NELLA VALLE DEL TURANO!

AUTUNNO DORATO E VERMIGLIO NELLA VALLE DEL TURANO!

L’autunno che stiamo accogliendo in questi giorni, e che si colorerà tra poco d’oro e di rosso, è la stagione più bella e ricca di frutti e di sorprese, nella nostra Riserva Aurea. Chi viene nella nostra Valle ha due magnifici laghi, centinaia di sentieri ed escursioni possibili, decine di borghi e Castelli da visitare, boschi generosi di erbe, frutti, funghi, tartufi e castagne. La nostra Associazione Ecovillaggio La Riserva Aurea, nasce per promuovere il nostro territorio, farne un luogo d’incontro per amanti della bellezza e della Natura selvaggia. Tutti insieme ci incontreremo nell’orto di Luce, e ci divideremo in gruppi per fare diversi tipi di escursione nei boschi, sui monti, al lago. La sera avremo tante bellissime storie da condividere con gli amici, sulla nostra terrazza panoramica, ammirando le stelle, gustando con gratitudine prelibatezze preparate con i doni di Madre Natura. Se farà fresco, avremo il camino per riscaldarci e cuocere gli ortaggi, ma soprattutto per arrostire le castagne. Gli amici animali sono come sempre i benvenuti, e così i bambini naturalmente! Vi aspettiamo! 
Per informazioni

0765 98 273
333 52 14 534 
342 71 86 368

Telefonate per farci sapere che venite a trovarci!


Link al post Facebookhttps://www.facebook.com/story.php?story_fbid=1941028029277186&id=868346199878713

https://www.larchetipo.com/…/bioe…/fuori-dal-regno-del-male/